Classifica
Copertina Il nuovo Codice della Mediazione civile
Il nuovo Codice della Mediazione civile
Prezzo: 6,05 € IVA inclusa
Classifica
Copertina Guida al nuovo processo civile di cognizione
Guida al nuovo processo civile di cognizione
di E. Bernini, M. Cattani, C. Cecchella, M.A. Marcheschi, F. Ma...

Prezzo: 37,75 € IVA inclusa
Classifica
Copertina Le prescrizioni nel diritto civile, penale e tributario
Le prescrizioni nel diritto civile, penale e tributario
di E. Sacchettini

Prezzo: 30,25 € IVA inclusa

Attenzione: il servizio di attivazione degli eBook potrebbe essere momentaneamente indisponibile.
Ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di riprovare più tardi.

Diritto

Copertina L’organismo di vigilanza ex D.Lgs. n. 231/2001 - Aggiornamento Novembre 2011

L’organismo di vigilanza ex D.Lgs. n. 231/2001 - Aggiornamento Novembre 2011

Configurazione e requisiti - Compiti, potere e ruolo - Funzionamento e responsabilità
2012
Diritto
73
I Dossier di Diritto24
717 KB
6,05 € IVA inclusa



Acquista
Dopo l’introduzione del D.Lgs. n. 231/2001, vi è stato un primo periodo in cui l’attenzione di tutti era concentrata sui modelli organizzativi, che avrebbero dovuto escludere la responsabilità della società.
In breve tempo ci si è resi conto che si potevano approvare e adottare modelli bellissimi sulla carta, ma bisognava comunque fare i conti con l’Organismo di Vigilanza, che doveva essere dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo, doveva vigilare sull’efficace ed effettiva attuazione di quei modelli e doveva curarne l’aggiornamento.
Il tema dell’Organismo di Vigilanza - e in particolare quello della sua composizione - è divenuto quindi uno dei temi più caldi per coloro che, per competenze e in ambiti diversi, sono chiamati all’applicazione della responsabilità da reato delle società e degli enti.
La centralità dell’Organismo di Vigilanza deriva proprio dal fatto che la possibile esenzione da responsabilità dell’ente passa in via prioritaria dalla valutazione della idoneità dell’organismo ad assolvere i compiti ad esso attribuiti dalla legge, idoneità che trova un primo fondamentale elemento valutativo nell’adeguatezza dell’assetto organizzativo dell’organismo stesso.
La valenza strategica dell’Organismo di Vigilanza è un tema articolato e complesso, quasi di ingegneria costituzionale, perché il Legislatore ha previsto l’istituzione dell’Organismo di Vigilanza, ma non ha poi disciplinato le modalità di composizione dello stesso.
L’art. 6 del D.Lgs n. 231/2001 afferma soltanto che il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli e di curare il loro aggiornamento è affidato a un organismo dell’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo, senza declinare in alcun modo tale enunciato.

Con l’Instant OdV 231 si approfondiscono questi e ulteriori aspetti, per cercare di fare luce e chiarezza su un argomento centrale, ma con margini ancora non ben definiti, nonostante siano trascorsi dieci anni dall’entrata in vigore della normativa di riferimento.

P.I. 00777910159 - © Copyright Il Sole 24 Ore - Tutti i diritti riservati
NT2 - Nuove Tecnologie